Ecco Claudia come promesso ti scrivo la ricetta!!! Come vedi le treccine anche se piccole sono molto diverse!!!

13112014-20141113_191412

Ho scelto questa ricetta tratta dal corso sulla panificazione fatto di recente con il maestro Walter  Denti,  un po’ perché tratta alcuni argomenti un po’ perché è fatta con una farina alternativa.. a me questo  pane è piaciuto molto e così oggi ve lo propongo!!!!

ingredienti:

  • Farro 1 kg
  • lievito 20 g
  • zucchero 20g
  • sale 20 g
  • acqua 50%
  • Pasta di riporto 200g (la pasta rimasta da un impasto precedente)  oppure quella che si trova nei banchi frigo dei supermercati

procedimento:

impastare in planetaria tutti gli ingredienti

12112014-20141112_164755

poi stendere sul tavolo l’impasto e lavorarlo con le mani in questo modo

13112014-20141113_171731

13112014-20141113_171729

13112014-20141113_171740

lasciare lievitare  in un luogo caldo e umido (magari mettendo un pentolino con acqua calda nel forno spento)

poi lavorare la pasta a piacere ecco la tecnica della treccia

13112014-20141113_174247

13112014-20141113_174251

13112014-20141113_174255

13112014-20141113_174303

o in altri modi

13112014-20141113_182907

lasciare lievitare e cuocere a 200°C per 30 minuti

13112014-20141113_185800

 

PER PEALIZZARE LA PASTA DI RIPORTO:

Ingredienti: 800 g di farina 500 ml di acqua20 g di sale2 g di lievito

Preparazione

Procedete con un primo impasto: in una ciotola sciogliete il lievito nell’acqua e unite metà della farina lavorate energicamente, dopodiché aggiungete il sale e la farina rimanente e continuate a lavorare fin quando l’impasto non si staccherà dalle pareti del contenitore poi mettere l’impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato e lavoratelo molto delicatamente

IMG_0227

Il risultato dovrà essere una pallina elastica con la superficie a buccia di arancia, perché si dovranno creare delle piccole bollicine d’aria.

 

18112012-IMG_6936

Coprite l’impasto con un canovaccio pulito e lasciate lievitare per circa 30 minuti. Trascorso il tempo di lievitazione lavorate nuovamente l’impasto.

Ripetete quest’ultima operazione 3 volte.

Una volta che avrete terminato le 3 lievitazioni, trasferite il composto nella ciotola e copritelo con la pellicola trasparente. Fate lievitare per circa 30 minuti a temperatura ambiente, dopodiché riponete il tutto in frigo per 24 ore.

Togliete l’impasto dal frigo e lasciatelo riposare a temperatura ambiente per 1 ora

Ricavate dall’impasto 5 palline, e fateli lievitare nuovamente fino al raddoppio del loro volume

Utilizzate 4 palline per fare delle pizze o focacce e tenerne da parte una pallina sarà, invece, la base per la vostra pasta di riporto

Mettetela in un barattolo di vetro chiuso ermeticamente e conservarla in frigorifero ma prima di utilizzarlo lasciate almeno 8 ore la pasta di riporto a temperatura ambiente.

QUESTO METODO L’HO TROVATO INTERESSANTE PER ME E’ UN PO’ MENO IMPEGNATIVO DELL’IMPASTO MADRE E DI OTTIMA RESA….PROVATELO E … BUONE FOCACCE A TUTTI!!!!