SCALOGNO IN AGRODOLCE

Ecco la ricetta che avevo promesso a Michela e Deborah io uso molto lo scalogno  in cucina, in particolare lo scalogno in agrodolce è usanza che, in occasione del compleanno di Alberto,  ne faccia un tegamone come regalo di compleanno!!!!

Lo scalogno ha un sapore a metà strada tra quello della cipolla e dell’aglio:meno forte della prima e meno acre del secondo. Ricco di acqua, sostanze oligominerali  lo scalogno è stato sin dalla antichità utilizzato per scopi terapeutici e medicamentali.

Una curiosità: i Romani consideravano lo scalogno un potente afrodisiaco e gli riconoscevano proprietà eccitanti: una credenza che non è andata perduta, visto che in molte leggende della tradizione contadina italiana lo scalogno compare in veste di alimento afrodisiaco!!!

ingredienti per 4 persone:

  • scalogno gr 500
  • olio d’oliva ml 15 (un cucchiaio da tavola)
  • aceto bianco ml 30 (2 cucchiai da tavola)
  • aceto balsamico ml 30 (2 cucchiai da tavola)
  • acqua ml 30 (2 cucchiai da tavola)
  • zucchero n. 1 cucchiaio
  • sale q.b.

Preparazione:

Pelare 500 gr di scalogno

26012014-IMG_3236

26012014-IMG_3276

In una padella a bordi alti mettere lo scalogno

26012014-IMG_3287

aggiungere un cucchiaio d’olio d’oliva

26012014-IMG_3292

2 cucchiai di aceto bianco

26012014-IMG_3296

2 cucchiai di aceto balsamico , quello buono!

26012014-IMG_3305

2 cucciai d’acqua

26012014-IMG_3311

un cucchiaino di  zucchero

26012014-IMG_3317

un pizzico di sale

26012014-IMG_3323

mescolare bene

26012014-IMG_3326

Portare ad ebollizione a fuoco vivace,  poi coprire con un coperchio e cuocere fuoco basso per circa mezz’ora, togliere il coperchio e continuare la cottura fino a che Il liquido si è ristretto.

26012014-IMG_3337

Provatelo ed è un’ottima idea regalo mettere lo scalogno in agrodolce in un bel vaso e metterlo a bagno maria per creare il sottovuoto oppure in un bel tegame con il fiocco!!!!!

26012014-scalogno

2 pensieri riguardo “SCALOGNO IN AGRODOLCE

    1. Carissima Michela ti consiglio di leggere il libro di Carlo Cracco “se vuoi fare il figo usa lo scalogno” un piccolo tesoro chiuso in un minuscolo spazio vitale!!! Riprenditi poi mi sai dire haaa!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...